emanuele delbono
ema.blog

Emanuele DelBono

La bicicletta e il carroarmato

E’ un po’ di tempo che studio e gioco con Ruby e RubyOnRails e a dicembre insieme al Makka ho iniziato un progetto vero (ossia pagato da un cliente) basato su RoR. Sono passati ormai alcuni mesi e sto cominciando a prendere confidenza con l’ecosistema RoR e volevo usare lo spazio di questo blog per fare un po’ di confronto con il mondo MS.

La prima domanda che tutti mi pongono quando gli racconto del mio avvicinamento a Rails e “che IDE usi?”. Buffo, non uso nessun IDE. L’applicazione vera e stata realizzata completamente con TextMate un editor di testo con qualche macro dedicata a Rails (un notepad++ con il plugin del file browser).

Sembrera strano ma un editor di testo e esattamente quello che serve per sviluppare in Rails. Ruby e un linguaggio interpretato quindi non c’e un compilatore: si fa una modifica al file si preme Cmd-S (Save) e si aggiorna il browser per vedere l’effetto della modifica il che si traduce in zero tempi di attesa.

Questo fa pensare al mondo .NET (ma anche Java) in cui Visual Studio e lo Strumento e sembra che sia indispensabile per poter sviluppare. Sara che io uso il 10% delle funzionalita di VS e, come dico da un po’, se JetBrains rilasciasse una versione di R# per Notepad io mi riterrei soddisfatto.

In Ruby e tutto molto piu semplice e l’accoppiata riga di comando (su OSX, quello di windows non e un vero terminale) e text editor da molta piu produttivita di quello che si crede senza designers, diagrammi e compilatori.

Visual Studio (il carroarmato) e sicuramente utile in alcuni contesti molto strutturati e formali ma nella maggior parte delle software house che ho conosciuto (tutte?) VS viene usato come texteditor e debugger, per questo l’agilita di una bicicletta ti porta molto piu rapidamente dove devi arrivare e ti permette di cambiare strada, passare nei vicoli stretti dove il carroarmato non puo passare.

Non venitemi a dire che Rails e solo per piccoli siti da amatori, la fuori esistono una moltitudine di applicazioni web costruite su Rails, e non sono cose piccole (http://blog.obiefernandez.com/content/2008/03/big-name-compan.html).

Nei prossimi post cerchero di confrontare, nel modo piu obbiettivo possibile i due mondi.

Comments